Pasta al pistacchio

Info




Pasta al pistacchio

Oggi vi voglio parlare della pasta al pistacchio di Bronte, e lo faccio perchè l’ho promesso a tutti quegli ospiti che si sono succeduti nel mio b&b in occasione appunto della sagra del pistacchio.

In giro per i ristoranti ho assaggiato le varie versioni dalla più classica a quella alternativa ma la salsa di pistacchio fatta in casa col metodo tradizionale secondo me è la migliore  ed esalta veramente il gusto del pistacchio di Bronte.

Una premessa è doverosa: se vi dovete ubriacare fatelo col vino buono e, anche se è costoso comprare l’eccellenza, non esitate a farlo, il gusto ne sarà sopraffatto!!

Ricordate che non troverete mai il pistacchio di Bronte in forma salata o tostata, il vero pistacchio è di forma allungata, di colore verde intenso ed è semplicemente essiccato.

Vi elenco gli ingredienti ipotizzando che usiate delle pennette rigate, io uso queste ma in giro ho trovato anche bucatini, trenette e spaghetti. Potete comprare il pistacchio direttamente sgusciato e tritato e la confezione deve recare la scritta “Pistacchio di Bronte” per avere la sicurezza che si tratti della D.O.P. Il prezzo per 100gr. è di circa 5€

Un’ultima cosa, non usate il pesto di pistacchio che si trova già confezionato in contenitori di vetro, noi non lo facciamo mai perchè ha un sapore salaticcio ed è condito con olio che non è extravergine d’oliva.

La ricetta per quattro persone:

  • 400 gr. di pennette rigate
  • 1 cipolla media
  • 100 gr. di pancetta tagliata a fette sottili
  • 100 gr. di pistacchio di Bronte tritato
  • 1 busta di panna da cucina
  • olio d’oliva e sale

Fate soffriggere la cipolla tagliata a rondelle sottili in un fondo di olio extravergine, appena imbiondita unite la pancetta fatta a brandelli e continuate a fuoco medio finchè la pancetta risulta croccante e la cipolla ben soffritta. Potete già versare la pasta nell’acqua bollente già salata e ricordate di conservare un bicchiere d’acqua di cottura perchè la salsa tende a seccarsi. Unite 70 gr. di pistacchio al soffritto e fate insaporire per qualche minuto, infine unite la panna, salate, mescolate e lasciate sul fuoco minimo. Scolate la pasta molto al dente, se il composto vi sembra denso e compatto aggiungete un pò d’acqua di cottura, mescolate e unite le pennette. Fate amalgamare il tutto e servite cospargendo sulla pasta il restante pistacchio.

Mi dispiace non poter postare le foto che ho fatto durante la preparazione perchè la card non me le fa aprire, dovrò rifare la ricetta per la gioia di mio figlio!!

Volete venire ad assaggiare l’autentica pasta al pistacchio? Ecco un Tour Sicilia che prevede la degustazione delle specialità al pistacchio di Bronte…si chiama Around the Etna Tour.

Ti potrebbe interessare anche:

Se hai domande da fare su quest’argomento puoi lasciare un commento nel modulo appena sotto, sarò lieta di rispondere…

Stay Informed

Scegli come notificare gli ultimi articoli

Bookmark & Share

Condividi con i tuoi amici.

5 commenti

  • This blog was… how do you say it? Relevant!!
    Finally I have found something that helped me. Thank you!

  • fabiola (2 comments)

    Salve!
    Grazie per la tua ricetta, ho appena comprato i pistacchi a Noto, sono già sbucciati, come li trito ?
    Come ci sta la cipolla di tropea in questa ricetta?
    Grazie mille!

    • Buonasera Fabiola,
      puoi tritarli semplicemente in un normale trita-tutto, relativamente alla cipolla credo che quella di Tropea possa andare bene, io personalmente ho sempre usato un misto di cipolla bianca e cipollina ma non credo che quella di Tropea possa alterarne il gusto. Ti consiglio di guardare bene i pistacchi prima di tritarli, a volte capita di trovare un pò di guscio che apparentemente si confonde col resto. Buona ricetta….

  • Fabiola (2 comments)

    Super fantastica!!! L’ho provata per la sua semplicità e il risultato è stato spettacolare; semplice, veloce e tutti hanno bissato. Il pistacchio me lo aveva regalato un’amica che è venuta a Bronte in occasione della sagra, ma adesso a Roma dove potrò trovarlo?

    • Sono contenta che ti sia piaciuta, io non ho mai dubbi su cosa preparare quando ho ospiti a pranzo. Non dovresti avere problemi a reperire il pistacchio di Bronte, lo dovresti trovare in vaschette da 100gr. già in polvere nelle maggiori catene di alimentari e deve riportare la scritta “Pistacchio di Bronte” o “prodotto a Bronte”, in ogni caso ti mando in pvt alcuni numeri telefonici dei commercianti del luogo che effettuano spedizioni. Grazie Fabiola, a breve metterò on-line la ricetta della torta di pistacchio, a presto

Lascia un Commento